Benvenuti nel sito di Federalberghi Garda Veneto!



ALBERGATORI MOLTO PREOCCUPATI PER LE NUOVE NORME IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI

Garda, 18 aprile 2012

Comunicato

Albergatori molto preoccupati per le nuove norme in materia di prevenzione incendi, di difficile applicazione nei tempi richiesti e caratterizzate da pesanti oneri burocratici ed economici. E’ quanto emerso nel secondo, affollato, incontro organizzato da Federalberghi Garda Veneto, nell’ottica di informare i propri associati, che si è tenuto mercoledì 18 aprile all’Hotel Poiano di Costermano.
Oltre a questo tema, approfondito dal Comandate provinciale dei Vigili del Fuoco di Verona, Ing. Salvatore Buffo, si è parlato anche delle novità in materia di rilevazioni statistiche dei clienti alloggiati con l’intervento della Dott.ssa Lisa Pevarello dell’Area Statistica della Provincia di Verona Turismo srl
La platea presente è rimasta colpita soprattutto dalla complessità delle molteplici normative relative alla prevenzione incendi alle quali le strutture turistico-alberghiere sono tenute ad attenersi e dalla mancanza di elasticità che queste normative sembrano avere.
La legge 24 febbraio 2012, n. 14 “Decreto Milleproroghe” proroga al 31.12.2013 il termine per l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi per le strutture ricettive già esistenti alla data del 9.4.1994, con oltre 25 posti letto. Per avvalersi di questa proroga, però, è stato detto, è necessario presentare un programma di adeguamento biennale, in conformità a quanto stabilito dal D.M. 16 marzo 2012. La domanda di proroga, corredata dalla documentazione che attesti il possesso dei requisiti minimi di sicurezza, deve essere presentata entro il 29 maggio 2012.
I requisiti minimi richiesti riguardano gli impianti elettrici, i sistemi di allarme, gli estintori, la segnaletica, la gestione della sicurezza, la larghezza delle vie d’uscita, e molto altro.
La prescrizione dell’integrazione delle misure di gestione di sicurezza, ha scatenato una raffica di domande e di lamentele. Tale prescrizione prevede che ogni struttura, che abbia fino a 100 posti letti, sia dotata di una persona responsabile della sicurezza. Questo responsabile dovrà aver frequentato un corso di preparazione, ottenuto un attestato di idoneità  ed essere sempre presente durante l’apertura dell’esercizio, al fine di consentire un tempestivo intervento di contenimento e di assistenza all’esodo (art.5  DM16 marzo 2012).
In caso di omessa presentazione dell’istanza o di mancata ammissione al Piano Straordinario, sono previste sanzioni che vanno da 258 a 2.582 euro o all’arresto fino ad un anno.
L’intervento del Presidente di Federalberghi Garda Veneto, Giorgio Consolini ha espresso la  posizione fortemente critica della categoria: “Gli albergatori, da sempre in prima linea per garantire elevati standard di sicurezza e la massima tutela della clientela  sono molto preoccupati perché i requisiti “minimi” richiesti sono estremamente pesanti. Tanto che circa il 30% delle strutture ricettive rischia di non riuscire ad adeguarsi entro i termini stabiliti.  In Federalberghi, anche a livello nazionale, si sta discutendo molto di questa problematica  e c’è amarezza dovuta al fatto che la normativa sia stata imposta e mai sottoposta alla concertazione degli albergatori”.

Per quanto riguarda le rilevazioni statistiche degli alloggiati, la Dott.ssa Pevarello ha illustrato le nuove modalità di rilevazione ISTAT e movimento dei clienti con particolare riferimento all’utilizzo di nuovi modelli C/59 e di nuove procedure del sistema informativo Regionale del Turismo – SIRT.
L’unica variazione di rilievo sembra essere l’obbligo di inserire la nazione di provenienza di ogni singolo turista e non solo del capogruppo come è stato fatto fino a questo momento. Per i turisti italiani bisogna segnalare anche la provincia di appartenenza.
“Questi adeguamenti sono necessari al fine di avere un quadro il più possibile dettagliato dei turisti che soggiornano nel nostro territorio e quindi poter creare delle strategie di promozione e di commercializzazione del comparto turistico sempre più incisive” ha affermato Lisa Pevarello.



« torna alla Press area

  AREA RISERVATA
User
ugav_
Password





Federalberghi
Garda Veneto

I - 37016 Garda (VR)
Via San Bernardo 137
tel. 045 6270404
fax 045 6278259

FEDERALBERGHI NAZIONALE - Sistema Associativo
Veneto Tra la Terra e il Cielo