Benvenuti nel sito di Federalberghi Garda Veneto!



SI PUO' CREARE UNA MOBILITA' ALTERNATIVA SUL GARDA?

Riva del Garda 15 Dicembre 2016

Intervento 

Garda Trentino - Azienda per il Turismo S.p.A.e ATV - Azienda Trasporti Verona S.r.l. hanno organizzato un convegno dal titolo:

SI PUO' CREARE UNA MOBILITA’ ALTERNATIVA SUL GARDA?  

Giovedì 15 dicembre 2016

ore 9.30 - 13.00   Palazzo dei Congressi - Sala 120 Parco Lido - Riva del Garda (TN)  

Intervento del Presidente di Federalberghi Garda Veneto Marco Lucchini

Buongiorno a tutti.

Ringrazio per l’invito, mi fa piacere di essere qui con voi per parlare di un argomento al quale io in prima persona sono fortemente interessato, ma lo sono tutti gli operatori turistici. Argomento sempre attuale e un problema, quello della congestione del traffico sulla Gardesana, che si ripropone immancabilmente ad ogni stagione turistica.

Da qualche anno, da quando Federalberghi Garda Veneto ha attivato una proficua collaborazione con ATV Verona le cose sono migliorate (maggior numero di corse, prolungamento degli orari serali fino a Malcesine, servizio pre/post Opera) ma c’è ancora tanta strada da fare.

Occorre trovare soluzioni alternative per evitare il traffico di attraversamento dei paesi, deviandolo fuori dai centri abitati, per quanto possibile e con opportuna segnaletica. Vorremmo che fosse impedita definitivamente la circolazione dei tir sulla Gardesana mentre, da molti anni, lo stop viene rinnovato di sei mesi in sei mesi. Il traffico pesante può determinare gravi pericoli e incidenti per i fruitori di questa strada a causa della ristrettezza e del cedimento stradale che costeggia il lago di Garda. Sfugge quindi il vero impedimento all’attuazione di un decreto definitivo che renderebbe le nostre strade un po’ più sicure tutto l’anno.

Vorremmo che i nostri ospiti lasciassero le auto parcheggi dei nostri hotel e si spostassero sempre di più con i mezzi pubblici, sia via terra che via acqua ma perché questo accada dobbiamo rendere questi servizi sempre più efficienti e sopratutto collegati tra di loro anche attraverso un potenziamento delle linee di Navigarda. Riteniamo invece che il progetto del tunnel del Baldo che collegherebbe il territorio trentino con l'alto Garda veronese sia inattuabile, innanzitutto per ragioni ambientali (scempio paesaggistico e idrogeologico) e poi per i discutibili miglioramenti in termini di viabilità.

Un tunnel, secondo noi, porterebbe ancora più traffico, rumore e inquinamento in una zona, quella dell’alto Lago che, date le sue ridotte dimensioni, non sarebbe assolutamente in grado di assorbire.

Molte località inoltre hanno ancora grossi problemi di parcheggio, soprattutto durante la stagione estiva. Non siamo dei tecnici ma crediamo che si possano trovare delle soluzioni non impattanti a questo problema, sullo stile del parcheggio realizzato a ridosso di Punta San Vigilio.

Le problematiche legate al tema della viabilità sono molte e di grande importanza; si sente la necessità di un progetto unitario per trovare delle soluzioni che la migliorino senza deturpare il territorio e in questo senso Federalberghi Garda Veneto è sempre stata disponibile a mettersi a disposizione per un confronto costruttivo.



« torna alla Press area

  AREA RISERVATA
User
ugav_
Password





Federalberghi
Garda Veneto

I - 37016 Garda (VR)
Via San Bernardo 137
tel. 045 6270404
fax 045 6278259

FEDERALBERGHI NAZIONALE - Sistema Associativo
Veneto Tra la Terra e il Cielo