Alternanza Scuola Lavoro

Il direttore generale Federalberghi Nucara e la direzione Miur sul Garda per l'Alternanza Scuola Lavoro

- estratto Informativa 1-2018 -

Learning tour "Alternanza Scuola Lavoro"

Il 17 gennaio, nella nostra sede, si è tenuto Learning tour dal titolo “Alternanza scuola lavoro, le opportunità nel turismo del futuro”, promosso dal Cosp di Verona e organizzato in stretta collaborazione con la nostra Associazione e l’Ente Bilaterale Turismo Gardesano. All’incontro hanno partecipato presidi, docenti e tutor delle più importanti scuole ad indirizzo turistico del Garda e dell’intera provincia di Verona.

Visto che da quest’anno l’alternanza scuola lavoro, introdotta nel 2015 dalla riforma della “buona scuola”, entra a pieno regime in tutti gli Istituti scolastici superiori (si stimano circa 1,5milioni di studenti coinvolti in Italia tra licei e istituti tecnico-professionali), il Learning tour è servito ad approfondire gli aspetti utili a favorire il dialogo e la partecipazione attiva nella progettazione dell’alternanza tra scuole e imprese in campo turistico. Un settore portante dell’economia gardesana e veronese che dà lavoro a più di 55mila persone.

Il presidente Marco Lucchini, nel suo saluto di apertura, ha sottolineato l’importanza di avvicinare i ragazzi alle aziende del territorio. “L’alternanza scuola lavoro è fonte di reciproca conoscenza e ispirazione per un futuro inserimento in ambito lavorativo. È un progetto che abbiamo sempre sostenuto e voluto, è importante per superare lo scollamento tra la formazione e il mondo del lavoro e permetterà di far entrare gli studenti nel vivo delle dinamiche di impresa e nella specifica realtà lavorativa territoriale. Un territorio, quello del Garda, che ha saputo superare e risentire solo in minima parte di una crisi epocale come quella che abbiamo vissuto in questi anni. Grazie ad un progetto didattico integrato e fortemente caratterizzato sul territorio, potremo assumere nelle nostre aziende giovani più sicuri di se stessi, delle loro competenze e delle loro aspettative e il cui inserimento sarà più veloce e sicuramente meno traumatico per tutti.”

Dopo l’introduzione della direttrice del Cosp Lisa Conforto, si sono susseguiti gli interventi di Anna Maria Zilli, presidente ReNaIa, Pietro Scola, dirigente Camera di Commercio di Verona, Enrica Scopel, direttrice ITS Turismo Jesolo-Bardolino e Carla Galdino, della Direzione Generale del Ministero dell’Istruzione (MIUR). Molto interessanti ed apprezzate anche le testimonianze dei nostri soci, Marco Casarola (in video collegamento da Roma) e Franco Todesco che si sono soffermati, in base alle loro esperienze dirette, su quali sono ad oggi i punti di forza e quali i punti di debolezza dell’alternanza scuola lavoro, cercando di analizzarli sia dal punto di vista delle aziende che degli studenti.

A trarre le conclusioni dei lavori è stato Alessandro Massimo Nucara, Direttore Generale di Federalberghi Italia, il quale ha posto l’accento sulla grande opportunità lavorativa offerta dal settore turistico.“Vorrei parlare di dati - ha esordito Nucara - attraverso i quali trovare degli spunti di collaborazione. Ho letto recentemente un articolo dove si diceva che a fronte di una percentuale di disoccupazione giovanile del 32,75% ci sono parecchie imprese in diversi settori  che hanno difficoltà a trovare personale qualificato. Tra questi settori c’è anche quello turistico. Ogni anno escono dagli Istituti alberghieri circa 40.000 diplomati ma questo numero non basta ad un settore che coinvolge circa 1 milione di lavoratori all’anno. Quando sento i ragazzi affermare che il pezzo di carta non serve io dico loro che in realtà oggi un pezzo di carta non basta: è fondamentale l’esperienza e la specializzazione. L’alternanza scuola lavoro deve essere coerente alla linea formativa e funzionale alle esigenze delle imprese. Alla scuola dico: aiutiamo i ragazzi ad impegnarsi al massimo nel percorso scolastico scelto e alle imprese dico: siate sempre più sensibili ad insegnare agli studenti le strategie lavorative e non considerate la loro presenza in azienda una perdita di tempo. Solo così si potrà creare un meccanismo che potrà dare dei concreti benefici già nell’arco di qualche anno”.

La tavola rotonda è stata moderata da Andrea Serra del servizio sindacale Federalberghi.

 

Al termine del Convegno il Direttore generale Federalberghi Nucara ha quindi partecipato alla seduta del Consiglio direttivo della nostra Associazione, testimoniando il costante impegno della Federazione a tutela degli interessi degli albergatori italiani, gli obiettivi raggiunti negli ultimi dalla Federazione e le battaglie ancora in corso.