PRESS

GLI ALBERGATORI E L’IPSAR CARNACINA INSIEME PER UNA FORMAZIONE MIRATA ALLO SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO

È di questi giorni la firma di un protocollo di intesa tra l’Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione (IPSAR) “Luigi Carnacina”, con sede a Bardolino e Federalberghi Garda Veneto. 
Un accordo strategico che ha lo scopo di rafforzare e raccordare il Piano Offerta Formativa scolastica con le esigenze e i fabbisogni professionali del settore turistico-ricettivo gardesano. Da alcuni anni tra Federalberghi Garda Veneto e gli Istituti Turistici del territorio, tra cui il Carnacina, sono state attivate modalità di confronto e di costruttiva collaborazione attraverso la professionalità degli operatori turistici e le loro conoscenze del settore turistico e soprattutto delle esigenze sempre nuove degli ospiti per soddisfare le quali si richiedono spesso nuove professionalità.
Per la prima volta però, dopo anni di collaborazione, è stato sottoscritto con il Carnacina un vero e proprio Protocollo di Intesa.
L’accordo prevede che la formazione tenga conto delle esigenze del settore e che vengano organizzate iniziative che consentono ai giovani di conoscere la realtà aziendale anche nel corso dell’ordinario percorso di studi; l’idea è quella di aprire un dialogo con il mondo imprenditoriale cercando di agevolare lo scambio di esperienze tra scuola e mondo del lavoro.
Da parte sua Federalberghi Garda Veneto metterà in contatto gli studenti con le imprese associate per la programmazione e realizzazione di periodi di tirocinio aziendali di orientamento e di formazione professionale.
Entrambe le parti cureranno congiuntamente l’attività di monitoraggio e valutazione di progetti e di esperienze di collaborazione, anche attraverso l’appoggio e la disponibilità del Comitato Giovani Albergatori organismo che da qualche mese si è ricostituito all’interno di Federalberghi Garda Veneto.

Sono soddisfatto di questo protocollo che testimonia una sinergia tra la formazione e le imprese che si vogliono avvalere di professionisti preparati” - dichiara il presidente di Federalberghi Garda Veneto Ivan De Beni. “Attraverso questa collaborazione si vuole adattare la didattica alle reali necessità aziendali evitando uno scollamento tra il mondo della scuola e quello del lavoro. Avvicinare i giovani alle aziende del territorio ritengo sia importante per agevolare il loro ingresso nel mondo del lavoro e possa rappresentare una ispirazione, un aiuto per capire a quale specifico settore siano maggiormente portati. Da un lato abbiamo un territorio, quello del Garda, costituito da una imprenditoria tenace e coraggiosa che ha superare tanti periodi di crisi e saprà superare anche quello tremendo che stiamo vivendo in questi giorni. Dall’altro, abbiamo un progetto didattico integrato e fortemente caratterizzato sul territorio che farà parte del piano di ripartenza e ci permetterà di assumere nelle nostre aziende giovani più sicuri di se stessi, delle loro competenze e delle loro aspettative. L’importante è che gli istituti turistici formino i giovani alla conoscenza e alla valorizzazione del territorio perché su questo si basa la ripresa e quindi il futuro del settore”.

Secondo il Dirigente Scolastico dell’IPSAR Carnacina Eugenio Campara “in un momento molto difficile per il nostro territorio, credo sia importante non arrendersi e fare oggi un sacrificio per ripartire più forti domani. L'istituto alberghiero IPSAR L. Carnacina intende in questo modo proseguire la collaborazione con le imprese del territorio ed in particolare con Federalberghi Garda Veneto, per dare un segno di speranza e di impegno reciproco nella volontà di preparare insieme il rilancio del settore turistico gardesano”.

Un bell’esempio di sinergia tra scuola e mondo del lavoro per accompagnare i giovani nel loro inserimento e per migliorare, dal punto di vista professionale, l’offerta turistica gardesana.